Terapie Elettromedicali

Corpo & Mente

Studio Fisioterapico

di Paolo Anzolin

Viale Europa, 7 10014 Caluso (TO)

Tel. 347-9055580 - Email: info@corpoemente.info

TERAPIE ELETTROMEDICALI

 

TECAR TERAPIA

 

E' una tecnica che stimola i naturali processi riparativi e antinfiammatori utilizzando l'energia presente all'interno dei tessuti biologici. Laddove una patologia osteo-articolare o dei tessuti molli rallenti e modifichi i processi biologici che stanno alla base della riparazione, è possibile richiamare le cariche elettriche da tutto il corpo sfruttando il modello capacitivo: l'effetto complessivo genera un benefico calore che attiva e favorisce i processi di guarigione e riparazione tissutale .

 

 

ELETTROSTIMOLAZIONI

 

Utili nell'allenamento sportivo e nell sport-fitness, nella ricerca dello sviluppo di Resistenza, Forza Esplosiva, Forza Elastica e Potenza, ma anche nei percorsi riabilitativi di soggetti che hanno subito un calo notevole del tono e del trofismo muscolare a seguito di patologie muscolari o di immobilizzazione forzata.

 

 

TENS

 

Il TENS è uno strumento che produce impulsi elettrici usati per stimolare i nervi attraverso la cute.

TENS è l'acronimo di Transcutaneous Electrical Nerve Stimulator, traducibile in italiano con "Stimolatore Elettrico Transcutaneo dei Nervi"

I TENS vengono utilizzati nella terapia del dolore, ad esempio nella lombo-sciatalgia, o in altre applicazioni antalgiche.

Una metanalisi condotta nel 2007 su diversi studi indica l'uso del TENS come una valida terapia per il trattattamento del dolore cronico muscolo-scheletrico.

Nelle cure palliative e nella terapia del dolore i TENS vengono usati per tentare di alleviare le nevralgie. I risultati di questo tipo di terapia sono molto soggettivi e variano da caso a caso in base a caratteristiche individuali, come ad esempio la soglia di dolore.

 

 

ULTRASUONI

 

Gli ultrasuoni sono delle onde meccaniche sonore. A differenza dei fenomeni acustici propriamente detti, le frequenze che caratterizzano gli ultrasuoni sono superiori a quelle mediamente udibili da un orecchio umano. La frequenza convenzionalmente utilizzata per discriminare onde soniche da onde ultrasoniche è fissata in 20 kHz.Nell'utilizzo terapeutico, le onde inviate dalla testina dell'apparecchio hanno una frequenza che può andare da 1mHz a 3mHz; l'azione di queste onde sulle cellule e sui tessuti interstiziali genera calore che agisce sulle parti infiammate, accelerando i tempi di guarigione.

 

 

 

 

Partita IVA n. 11107950013 - Copyright © Corpo&Mente.info 2014